AICHI GAKUSEN UNIVERSITÀ ORCHESTRA TOYOTA GIAPPONE
In collaborazione con
L’Istituto Superiore di Studi Musicali
di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti

Presenta
SUONI IN “SOL” LEVANTE

Teatro Ariosto Sabato 22 Marzo ore 18

I Sant’Innocenti ONLUS sono stati presenti con un banchetto informativo all’ingresso del Teatro

SCARICA LA LOCANDINA

 

“Saluto del presidente dell’Associazione I Sant’Innocenti (ISI) in occasione del concerto della Aichi Gakusen University Orchestra – teatro Ariosto, Reggio Emilia, 22 marzo 2014 “

Vi porto il saluto della Associazione I Sant’Innocenti, più conosciuta con la sigla ISI, che è nata nella nostra città alla fine degli anni ’70, quando un gruppo di allora giovani studenti e insegnanti, riuniti intorno al professor Giovanni Riva, cominciarono un lavoro di formazione e accompagnamento con i bambini e gli adolescenti dei quartieri più disagiati della città di Reggio Emilia.
In trent’anni di attività ISI ha conosciuto, affrontato e condiviso molte situazioni di emergenza e povertà: dal terremoto in Irpinia nel 1980, dove gestimmo un campo sfollati a Castelgrande, in provincia di Potenza; quello in Umbria e nelle Marche del 1997, dove ci facemmo carico dell’attività scolastica nella frazione di Casenove, in provincia di Foligno; fino a quello più recente che ha colpito la nostra provincia e la nostra regione nel maggio 2012: portammo subito beni di prima necessità a Cavezzo, Reggiolo, Medolla e infine gestimmo un campo scuola a Rovereto sul Secchia, in provincia di Modena.
L’attività di ISI è possibile grazie al lavoro di tanti volontari, soprattutto giovani, ma anche persone adulte e pensionati: ricordo qui il lavoro del gruppo chiamato dei mendicanti che, iniziato e promosso dal carissimo amico Nando Negri, da tanti anni contribuisce al nostro lavoro con diverse iniziative (tra cui quella ormai famosa della vendita del “gnocco fritto”); quello della bottega del natale, negozio ormai storico nella nostra città gestito da signore volontarie disponibili e generose; ricordo infine la manifestazione dell’Arca d’Oro, appuntamento di festa e condivisione che si svolge da oltre trent’anni in centro città a Reggio Emilia (e il cui prossimo appuntamento sarà il 7 giugno prossimo a pochi passi da qui, in piazza martiri del VII Luglio).
Ma la ASSOCIAZIONE I SANT’INNOCENTI ormai da tanti anni ha varcato i confini nazionali; tramite associazioni locali stiamo lavorando in El Salvador, Honduras, Messico, Venezuela; alcuni volontari reggiani si sono trasferiti in quei luoghi da molti anni, radicandosi definitivamente in quei lontani paesi e condividendo gioie e sofferenze di quei popoli.
Fu proprio in El Salvador che, circa quindici anni fa, conoscemmo Hikaru e Kaoru, le figlie del maestro Kozo Yoshimi, che voglio qui pubblicamente salutare e profondamente ringraziare.
Hikaru e Kaoru lasciarono il Giappone per lavorare in El Salvador, il piccolo paese dell’America Centrale che da poco era uscito da 12 anni di guerra civile. Lì, nella periferia della capitale San Salvador, lavorarono insieme ai numerosi volontari della Fundación Divina Providencia, controparte di ISI in America Centrale, promuovendo corsi di alfabetizzazione, corsi di avviamento al lavoro nelle carceri minorili, giornate gratuite di assistenza medico pediatrica, eccetera.
Da quel primo incontro è nata una profonda amicizia e una proficua collaborazione e tutt’oggi sono tanti i giovani che si recano in quei luoghi per periodi di lavoro volontario (molti di loro si riuniscono insieme da varie parti del mondo anche qui a Reggio Emilia, in occasione dello “Young Stage” che ISI organizza e promuove ogni anno in collaborazione con l’Associazione Tonalestate).
Vorrei quindi invitare anche voi qui presenti, giovani e meno giovani, a conoscere più da vicino il nostro lavoro visitando il nostro stand all’ingresso del Teatro e a prendere materiale informativo sulle nostre attività.
È possibile inoltre destinare a ISI una quota pari al cinque per mille delle imposte; a voi non costa assolutamente nulla e per la nostra Associazione è un aiuto fondamentale. Anche di questo troverete materiale nello stand all’ingresso.
Per concludere, vorrei dire che il motivo che sta alla base del lavoro della ASSOCIAZIONE I SANT’INNOCENTI è l’interesse e l’amicizia verso l’altro uomo, chiunque esso sia e dovunque si trovi, in particolare verso quella che viene chiamata “la povera gente”. E vorrei qui citare Giorgio La Pira quando scrive: “cosa attende la povera gente? Attende che la politica sia adeguata ai bisogni dell’epoca …, portatrice di alcuni beni essenziali …: il lavoro e, con il lavoro, il pane e la pace”.
Questo è anche l’augurio della ASSOCIAZIONE I SANT’INNOCENTI.
Grazie a tutti.

Locandina-UNIVERSITA-ORCHESTRA-TOYOTA-GIAPPONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *